Pisa

Menù a base di tartufo bianco di San Miniato al Ristorante Antica Sosta di Corniano

Ristorante Antica Sosta di Corniano - menù al tartufo bianco - In occasione della “40° Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco” il Ristorante Antica Sosta di Corniano - San Miniato (PI) propone un menù a base di tartufo bianco di San Miniato.

La Casa Vacanze - Ristorante Antica Sosta di San Miniato - Pisa, al centro della Toscana, è un antico Casale, che per la sua strategica posizione in alta collina, sulla Via Francigena, è l'ideale per passare meravigliosi giorni di relax, grazie al suo parco panoramico, e al suo ottimo ristorante con menù a base del tartufo bianco di San Miniato, e molte raffinate ricette, sempre improntate alla cucina tipica Toscana: dal piccione, alla bistecca alla fiorentina, alla tagliata al tartufo, gli sformatini di verdure, al cinghiale, ai dolci, preparati dai bravi chef della cucina, il tutto accompagnato da uana vasta gamma di ottimi vini locali.

Programma Mostra Mercato Nazionale Del Tartufo Bianco Di San Miniato 2010

Fiera Tartufo San Miniato 201013/14-20/21-27/28 novembre 2010

Dal 1969, ogni anno negli ultimi tre week di novembre si respira un profumo inebriante per le vie di San Miniato. Un profumo e un sapore che fanno muovere buongustai, visitatori e semplici curiosi attirati dalla Mostra Mercato del Tartufo Bianco.
La Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Colline Sanminiatesi è una delle manifestazioni classiche del panorama nazionale per la promozione del famoso tubero ed è a tutti gli effetti un festival dei sapori del territorio.

40° Edizione Mostra Nazionale del Tartufo Bianco delle colline sanminiatesi

Giorni della mostra: 13/14-20/21-27/28 novembre 2010
Orario: dalle ore 09,00 alle ore 18,30
Dove: San Miniato (PI) centro storico e piazze attigue

Valdelsa Film Festival 2010

Valdelsa Film FestivalDall’8 ottobre al 5 novembre in Valdelsa, un festival dedicato ai grandi maestri del cinema e ai registi italiani indipendenti.
La kermesse prevede incontri, proiezioni, mostre, nelle sale del Ridotto del Popolo di Castelfiorentino e del Cinema Teatro Scipione Ammirato di Montaionesi e si articola in due sezioni

Sezione grandi maestri del cinema - 8° edizione

Una retrospettiva sui grandi maestri del cinema. Quest’anno un omaggio ad Alain Resnais, il poliedrico regista del cinema francese: da Hiroshima mon amour a Les herbes folles, un’occasione per riscoprire i grandi successi del protagonista della Nouvelle Vague

Sezione registi indipendenti - 1°edizione

Dedicata ai registi contemporanei indipendenti italiani con un focus sui lavori di diversi artisti indipendenti, tra cui: Leonardo Moggi, Sara Pozzoli, Vittorio Rifranti, Marco Bonfanti, Marina Spada, Giovanni Davide Maderna, Federico Rizzo.

In tutto, 40 serate per scoprire e riscoprire il grande cinema con la possibilità, per il pubblico, di commentare i film con gli ospiti: Flavio Vergerio, Tullio Masoni e Morando Morandini al quale sarà assegnato un premio alla carriera.

Volterra (PI) celebra Sua Maestà il Tartufo Bianco

Volterragusto 2010 - Due interi fine settimana dedicati al pregiato tubero, protagonista dell'attesissima Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Colline Sanminiatesi

I Sapori di Volterragusto celebrerà quest'anno il pregiato tartufo bianco locale, prodotto simbolo di quest'angolo di Toscana, protagonista della Mostra Mercato del tartufo Bianco delle Colline Sanminiatesi in programma nei due fine settimana del 23-24 Ottobre e del 30 Ottobre - 1 Novembre (dalle 10 alle 20).

Pisa Book Festival

Pisa Book Festival 2010L’ottava edizione del Pisa Book Festival aprirà le sue porte il prossimo 22 ottobre.

156 le case editrici indipendenti presenti per tre giorni nella città toscana.

2 le sedi espositive: il Palazzo dei Congressi per il Pisa Book Festival (PBF) e la Stazione Leopolda per il Pisa Book Junior (PBJ), che saranno collegate con un trenino in modo da non far perdere al visitatore nessuno degli eventi, seminari e laboratori presenti in questa edizione.

Paese ospite di quest’anno è il Portogallo, affascinante nazione mediterranea con una letteratura che abbraccia mondi lontani come l’Africa, il Sud America e l’Estremo Oriente. Il Festival conterà sulla presenza dei prestigiosi scrittori José Eduardo Agualusa, Valter Hugo Mae, Helder Macedo e Francisco José Viegas.

Dolcemente Pisa 2010: tradizione e innovazione

Dolcemente Pisa-Torna a Pisa l’appuntamento più dolce dell’anno! La Stazione Leopolda di Pisa ospita la V° edizione di Dolcemente Pisa: in mostra i dolci artigianali della tradizione toscana più squisiti e raffinati.

La novità principale della V edizione riguarda “Il lato dolce della cucina molecolare”.

Sarà il prof. Davide Cassi, docente di Fisica della Materia all’Università di Parma e coautore del Manifesto della cucina molecolare italiana, ad introdurci alla disciplina scientifica che studia le trasformazioni che avvengono negli alimenti durante la loro preparazione, ed ha quindi fra i suoi obiettivi quello di trasformare la cucina da una disciplina empirica ad una vera e propria scienza.
“La cucina molecolare - precisa Cassi – riguarda più la tecnica che la creatività e punta a ottenere nuovi piatti senza l’utilizzo di additivi industriali. La scienza può aiutare a conoscere le strutture del cibo e a crearne di nuove con “trucchi” altrimenti noti solo agli scienziati. Il risultato? Piatti più leggeri e dietetici e per i dolci questo aspetto nell’alimentazione contemporanea conta più che mai”.

Sabato 2 ottobre, ore 11 - 13 e laboratorio nel pomeriggio.

Tra le altre iniziative dell’edizione 2010 segnaliamo "Un fiume di cioccolata" la crociera in battello lungo il fiume Arno e la "Passeggiata pasticciata" per conoscere le bellezze storico artistiche del centro storico di Pisa.

Il salone storico della Leopolda ospiterà 40 spazi espositivi, in un suggestivo allestimento realizzato interamente in cartone, secondo la filosofia del recycling ecologico. I partecipanti saranno accompagnati nelle degustazioni dei prodotti direttamente dagli artigiani, che potranno così illustrare le caratteristiche del proprio lavoro e raccogliere i giudizi del pubblico.
E Poi un evento dopo l’altro: degustazioni guidate, momenti di approfondimento, assaggi comparati e abbinamenti cioccolata, dolci, vino e distillati. Lezioni e i laboratori di pasticceria, spettacoli e cene a tema...

Volterra AD 1398 - Programma 2010 della Rievocazione Medievale

Volterra AD 1398 - la festa torna in città - Volterra A.D. 1398 giunge alla XIII edizione.

La festa ritorna al suo antico splendore: nel cuore pulsante della Volterra medievale. 

Gli appuntamenti principali di quest'anno sono per domenica 15 e 22 Agosto quando, dall’alba al tramonto, rivivrà una città medievale nella “Giornata di Festa nell’Anno Domini 1398” in due ambienti distinti da vivere: la città e la campagna medievale.

Il centro storico di Volterra si animerà di spettacoli, eventi, mercati, artigiani, musici, giocolieri, popolani e nobili mentre al Parco del Castello ci saranno accampamenti militari, il villaggio e i giochi per i più piccoli: sarà un’occasione veramente unica per immergersi, quasi per incanto, nella magica atmosfera del Medioevo in una delle più belle città della Toscana

Con il Grosso Volterrano, unica moneta in circolazione, potranno essere acquistati prodotti artigianali, pietanze, vino e ogni altra cosa. Gli Euro si potranno convertire in un apposito “Offizio di Cambio”: 1 grosso, moneta di rame = euro 1; 5 grossi, moneta d’oro, euro 5.

Oltre agli appuntamenti clou delle domeniche, vi ricordiamo che si tiene una animazione medievale la sera di sabato 14 e nella settimana successiva a ferragosto le feste delle contrade, cortei e torneo di tiro con la balestra

Giugno Pisano 2010 - Programma di tutti gli eventi del Giugno Pisano

Giugno Pisano 2010-Unico sito Aggiornato costantemente!-Il Giugno Pisano 2010 offre un percorso tra Arte, Cultura e Tradizione lungo le sponde dell’Arno - tema conduttore di quest’anno.

È un Giugno Pisano ricchissimo quello che la città si appresta a vivere, con un Calendario che offre oltre 130 eventi che faranno da contorno alle classiche manifestazioni storiche – la Luminara, il Palio di San Ranieri e il Gioco del Ponte.

Nota: Mercoledì 16 c'è la Luminara e Giovedì 17 giugno oltre ad essere il giorno del patrono di Pisa, c'è anche il Palio di San Ranieri.

Il tema del Fiume guiderà gli appuntamenti sulle sponde: con la Mostra Nautica Barcarno allo Scalo Roncioni e con le gite in Battello "Dall’Arno al Nilo" ( tra palazzi pisani e la mostra di Ippolito Rossellini).

Tra le mostre che saranno aperte questo mese ricordiamo Lungo il Nilo – Ippopolito Rossellini e la spedizione in Egitto a Palazzo Blu, che proseguirà fino a fine luglio e al San Matteo Luce e Colore di Giovanna Rasario. Inoltre nel mese di giugno il Comune di Pisa propone a Palazzo Lanfranchi la mostra  I segni e l’odore del Mare – La grafica di Giuseppe Viviani mentre alla biblioteca Comunale si svolgerà una retrospettiva su Titta Ruffo.

La Luna è Azzurra a San Miniato - Programma 23-26 giugno 2010

Aggiornamento: vedi La Luna è azzurra 2011 a San Miniato - Programma 24-26 giugno 2011

La Luna è Azzurra a San Miniato - XXVII° Festival Internazionale del Teatro di Figura ad Ingresso Libero.

San Miniato Alto (PI), 23 – 26 Giugno 2010

Compagnie italiane e internazionali, burattini e pupazzi, ombre e marionette a filo, maschere e figure che invadono la città di San Miniato occupandola negli spazi più importanti dalla Piazza del Duomo alle Scalinate del Crocefisso, dalla piazza del Seminario ai Loggiati di San Domenico. Ecco “La Luna è Azzurra” il festival internazionale del teatro di figura giunto alla 27° edizione, la più conosciuta e affermata manifestazione italiana di questo particolarissimo genere teatrale, amato dai bambini che trova sempre più estimatori anche nel pubblico adulto.

Tutto è pronto per creare quella magia straordinaria che fa di San Miniato la capitale italiana delle teste di legno, del teatro di oggetti, del teatro di animazione, di un teatro nuovo con un tasso di creatività ed espressività altissimo, che riesce ad essere colto e popolare nello stesso istante, quasi un miracolo. Un centro storico ‘ritrovato e riscoperto’, immerso e circondato da una quantità di eventi teatrali, di offerte culturali, alle quali il pubblico non potrà sottrarsi. Rapporto tra spazio della città e teatro, valorizzazione della scenografia urbana, mescolanza di generi e di pubblico, qualità della programmazione, sono tutti elementi che caratterizzano fortemente questo festival volto alla creazione di una situazione di festa, di incontro, di relazioni.
“La Luna è Azzurra” è una grande festa e San Miniato diviene un luogo dove niente è quel che sembra, dove ogni oggetto può ribaltare le proprie funzioni e farsi interprete di nuove idee. “Nelle notti di luna azzurra i sogni divengono realtà”.
Spettacoli per tutti i gusti e per tutte le età.

Luminara di Pisa 2010 e Palio di San Ranieri

Luminara di San Ranieri

Luminara di Pisa  16<br />
giugnoIl 16 giugno di ogni anno, sui Lungarni di Pisa si ripete lo spettacolo della Luminara di San Ranieri.

Quest'anno sono circa 100 mila i lumini a cera che illuminano e decorano le facciate dei palazzi che si affacciano sull'Arno, e che ogni anno prima che faccia buio vengono meticolosamente appesi in appositi telai di legno dipinti di bianco (la cosiddetta biancheria), così come i palazzi illuminati dovrebbero arrivare alla cifra record di 100 su 120, grazie all'impegno dell'organizzazione.

Tra i palazzi prima spenti che la sera del 16 giugno si illumineranno c’è il Casino de’ Nobili e la Chiesa di San Vito sul Lungarno Simonelli, dove nel 1154 si stabilì San Ranieri, di ritorno dalla Terra Santa. E anche Ponte di Mezzo e Ponte Solferino. E legata al Santo è anche una delle novità: ripristinata la tradizione della processione del Santo lungo il fiume.

L'illuminazione artificiale è bandita dai Lungarni (e quest'anno in special modo l'amministrazione comunale si è impeganata in tal senso) ed i palazzi, ponti, chiese e torri che si specchiano sull'Arno vengono illuminati con la tremula luce dei lumini di cera, creando un'atmosfera magica e suggestiva.

Si narra che questa usanza della luminara sia nata nel 1688 in occasione dello spostamento dei resti di San Ranieri, patrono della città, in un'urna più fastosa nella Cappella del Duomo di Pisa. Questa traslazione del Santo fu l'occasione per una memorabile festa che da allora iniziò a ripetersi ogni tre anni, fino ad essere (seppur con qualche interruzione dovuta alla guerra e all'alluvione del '66) quella che oggi conosciamo.