Mappa Beni FAI aperti in Toscana

Questo è l'elenco completo dei Beni FAI aperti in Toscana, provvisto di mappa e di indicazioni stradali per arrivarci.

Se vuoi approfondire, puoi leggere anche l'articolo: XX Giornate FAI di primavera 2012

Clicca sulle bandierine per vedere le informazioni relative al bene FAI aperto e la strada per arrivarci.

 

Utilizzare la barra di scorrimento per vedere tutti i Beni Culturali FAI aperti

  • Anfiteatro Romano - Museo Archeologico Nazionale Gaio Clinio Mecenate
    Via Margaritone, 10
    Arezzo-AR

    Sabato 24, ore 15.00 – 18.30; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Arezzo e Provincia e degli Apprendisti Ciceroni® degli Istituti:

    • I.S.I.S “V. Fossombroni”: Apprendisti Ciceroni in italiano e inglese - mostra sull’evoluzione del paesaggio nel quartiere
    • I.S.I.S “Margaritone –Vasari”: Apprendisti Ciceroni addetti all’accoglienza
    • Scuola Media “IV novembre”: partita di gioco del pallone (rievocazione storica)
    • Città dell’Educazione “Maria Consolatrice”: progetti sul territorio

    Eventi collaterali:

    • Sabato 24, ore 16.30 in Piazza San Giusto - Esibizione del “Gruppo Musici della Giostra”
    • Domenica 25, ore 11.00 in Piazza Sant’Agostino - Esibizione Gruppo Sbandieratori “Città di Arezzo”
    • Domenica 25, ore 12.00 – 14.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Osteria Divus” ristorante con piatti tradizionali aretini;
    • Domenica 25, ore 18.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Note del Rione” - Concerto di chiusura dei Giovani Musicisti del Quartiere
  • Bastione di San Giusto
    Via Sansovino, 1
    Arezzo-AR

    Sabato 24, ore 15.00 – 18.30; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Arezzo e Provincia e degli Apprendisti Ciceroni® degli Istituti:

    • I.S.I.S “V. Fossombroni”: Apprendisti Ciceroni in italiano e inglese - mostra sull’evoluzione del paesaggio nel quartiere
    • I.S.I.S “Margaritone –Vasari”: Apprendisti Ciceroni addetti all’accoglienza
    • Scuola Media “IV novembre”: partita di gioco del pallone (rievocazione storica)
    • Città dell’Educazione “Maria Consolatrice”: progetti sul territorio

    Eventi collaterali:

    • Sabato 24, ore 16.30 in Piazza San Giusto - Esibizione del “Gruppo Musici della Giostra”
    • Domenica 25, ore 11.00 in Piazza Sant’Agostino - Esibizione Gruppo Sbandieratori “Città di Arezzo”
    • Domenica 25, ore 12.00 – 14.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Osteria Divus” ristorante con piatti tradizionali aretini;
    • Domenica 25, ore 18.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Note del Rione” - Concerto di chiusura dei Giovani Musicisti del Quartiere
  • Chiesa di S. Agostino
    Piazza Sant'Agostino, 5
    Arezzo-AR

    Sabato 24, ore 15.00 – 18.30; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Arezzo e Provincia e degli Apprendisti Ciceroni® degli Istituti:

    • I.S.I.S “V. Fossombroni”: Apprendisti Ciceroni in italiano e inglese - mostra sull’evoluzione del paesaggio nel quartiere
    • I.S.I.S “Margaritone –Vasari”: Apprendisti Ciceroni addetti all’accoglienza
    • Scuola Media “IV novembre”: partita di gioco del pallone (rievocazione storica)
    • Città dell’Educazione “Maria Consolatrice”: progetti sul territorio

    Eventi collaterali:

    • Sabato 24, ore 16.30 in Piazza San Giusto - Esibizione del “Gruppo Musici della Giostra”
    • Domenica 25, ore 11.00 in Piazza Sant’Agostino - Esibizione Gruppo Sbandieratori “Città di Arezzo”
    • Domenica 25, ore 12.00 – 14.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Osteria Divus” ristorante con piatti tradizionali aretini;
    • Domenica 25, ore 18.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Note del Rione” - Concerto di chiusura dei Giovani Musicisti del Quartiere
  • Chiesa di S. Michele
    Piazza San Michele, 1
    Arezzo-AR

    Sabato 24, ore 15.00 – 18.30; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Arezzo e Provincia e degli Apprendisti Ciceroni® degli Istituti:

    • I.S.I.S “V. Fossombroni”: Apprendisti Ciceroni in italiano e inglese - mostra sull’evoluzione del paesaggio nel quartiere
    • I.S.I.S “Margaritone –Vasari”: Apprendisti Ciceroni addetti all’accoglienza
    • Scuola Media “IV novembre”: partita di gioco del pallone (rievocazione storica)
    • Città dell’Educazione “Maria Consolatrice”: progetti sul territorio

    Eventi collaterali:

    • Sabato 24, ore 16.30 in Piazza San Giusto - Esibizione del “Gruppo Musici della Giostra”
    • Domenica 25, ore 11.00 in Piazza Sant’Agostino - Esibizione Gruppo Sbandieratori “Città di Arezzo”
    • Domenica 25, ore 12.00 – 14.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Osteria Divus” ristorante con piatti tradizionali aretini;
    • Domenica 25, ore 18.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Note del Rione” - Concerto di chiusura dei Giovani Musicisti del Quartiere
  • Collezione Archeologica presso la C.R.Firenze
    Via Roma, 4
    Arezzo-AR

    Sabato 24, ore 14.30 – 18.00; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 14.30 - 18.00

    Benefit riservati agli Iscritti FAI. Ingresso riservato ai soli Iscritti FAI; possibilità di iscriversi in loco

  • Il Palazzo della Fraternità: Mostra di Gioielli d'Autore
    Piazza Grande
    Arezzo-AR

    Sabato 24, ore 15.00 – 18.30; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Arezzo e Provincia e degli Apprendisti Ciceroni® degli Istituti:

    • I.S.I.S “V. Fossombroni”: Apprendisti Ciceroni in italiano e inglese - mostra sull’evoluzione del paesaggio nel quartiere
    • I.S.I.S “Margaritone –Vasari”: Apprendisti Ciceroni addetti all’accoglienza
    • Scuola Media “IV novembre”: partita di gioco del pallone (rievocazione storica)
    • Città dell’Educazione “Maria Consolatrice”: progetti sul territorio

    Eventi collaterali:

    • Sabato 24, ore 16.30 in Piazza San Giusto - Esibizione del “Gruppo Musici della Giostra”
    • Domenica 25, ore 11.00 in Piazza Sant’Agostino - Esibizione Gruppo Sbandieratori “Città di Arezzo”
    • Domenica 25, ore 12.00 – 14.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Osteria Divus” ristorante con piatti tradizionali aretini;
    • Domenica 25, ore 18.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Note del Rione” - Concerto di chiusura dei Giovani Musicisti del Quartiere
  • La Casa Museo Ivan Bruschi
    Corso Italia,14
    Arezzo-AR

    Sabato 24, ore 15.00 – 18.30; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Arezzo e Provincia e degli Apprendisti Ciceroni® degli Istituti:

    • I.S.I.S “V. Fossombroni”: Apprendisti Ciceroni in italiano e inglese - mostra sull’evoluzione del paesaggio nel quartiere
    • I.S.I.S “Margaritone –Vasari”: Apprendisti Ciceroni addetti all’accoglienza
    • Scuola Media “IV novembre”: partita di gioco del pallone (rievocazione storica)
    • Città dell’Educazione “Maria Consolatrice”: progetti sul territorio

    Eventi collaterali:

    • Sabato 24, ore 16.30 in Piazza San Giusto - Esibizione del “Gruppo Musici della Giostra”
    • Domenica 25, ore 11.00 in Piazza Sant’Agostino - Esibizione Gruppo Sbandieratori “Città di Arezzo”
    • Domenica 25, ore 12.00 – 14.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Osteria Divus” ristorante con piatti tradizionali aretini;
    • Domenica 25, ore 18.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Note del Rione” - Concerto di chiusura dei Giovani Musicisti del Quartiere
  • Palazzo della Sede Storica di Banca Etruria con i suoi Tesori
    Corso Italia, 177
    Arezzo-AR

    Sabato 24, ore 15.00 – 18.30; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Arezzo e Provincia e degli Apprendisti Ciceroni® degli Istituti:

    • I.S.I.S “V. Fossombroni”: Apprendisti Ciceroni in italiano e inglese - mostra sull’evoluzione del paesaggio nel quartiere
    • I.S.I.S “Margaritone –Vasari”: Apprendisti Ciceroni addetti all’accoglienza
    • Scuola Media “IV novembre”: partita di gioco del pallone (rievocazione storica)
    • Città dell’Educazione “Maria Consolatrice”: progetti sul territorio

    Eventi collaterali:

    • Sabato 24, ore 16.30 in Piazza San Giusto - Esibizione del “Gruppo Musici della Giostra”
    • Domenica 25, ore 11.00 in Piazza Sant’Agostino - Esibizione Gruppo Sbandieratori “Città di Arezzo”
    • Domenica 25, ore 12.00 – 14.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Osteria Divus” ristorante con piatti tradizionali aretini;
    • Domenica 25, ore 18.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Note del Rione” - Concerto di chiusura dei Giovani Musicisti del Quartiere
  • Palazzo San Giusto sede e museo del Quartiere
    Via delle Gagliarde, 2
    Arezzo-AR

    Sabato 24, ore 15.00 – 18.30; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Arezzo e Provincia e degli Apprendisti Ciceroni® degli Istituti:

    • I.S.I.S “V. Fossombroni”: Apprendisti Ciceroni in italiano e inglese - mostra sull’evoluzione del paesaggio nel quartiere
    • I.S.I.S “Margaritone –Vasari”: Apprendisti Ciceroni addetti all’accoglienza
    • Scuola Media “IV novembre”: partita di gioco del pallone (rievocazione storica)
    • Città dell’Educazione “Maria Consolatrice”: progetti sul territorio

    Eventi collaterali:

    • Sabato 24, ore 16.30 in Piazza San Giusto - Esibizione del “Gruppo Musici della Giostra”
    • Domenica 25, ore 11.00 in Piazza Sant’Agostino - Esibizione Gruppo Sbandieratori “Città di Arezzo”
    • Domenica 25, ore 12.00 – 14.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Osteria Divus” ristorante con piatti tradizionali aretini;
    • Domenica 25, ore 18.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Note del Rione” - Concerto di chiusura dei Giovani Musicisti del Quartiere
  • Palazzo Spadari e i suoi Affreschi
    Corso Italia, 144
    Arezzo-AR

    Sabato 24, ore 15.00 – 18.30; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Arezzo e Provincia e degli Apprendisti Ciceroni® degli Istituti:

    • I.S.I.S “V. Fossombroni”: Apprendisti Ciceroni in italiano e inglese - mostra sull’evoluzione del paesaggio nel quartiere
    • I.S.I.S “Margaritone –Vasari”: Apprendisti Ciceroni addetti all’accoglienza
    • Scuola Media “IV novembre”: partita di gioco del pallone (rievocazione storica)
    • Città dell’Educazione “Maria Consolatrice”: progetti sul territorio

    Eventi collaterali:

    • Sabato 24, ore 16.30 in Piazza San Giusto - Esibizione del “Gruppo Musici della Giostra”
    • Domenica 25, ore 11.00 in Piazza Sant’Agostino - Esibizione Gruppo Sbandieratori “Città di Arezzo”
    • Domenica 25, ore 12.00 – 14.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Osteria Divus” ristorante con piatti tradizionali aretini;
    • Domenica 25, ore 18.30 Sala d’Armi del Palazzo San Giusto, sede del Quartiere -  “Note del Rione” - Concerto di chiusura dei Giovani Musicisti del Quartiere
  • Giardino di Villa Peyron - Il Bosco di Fonte Lucente
    Via di Vincigliata, 2
    Fiesole-FI

    Sabato 24, ore 9.30 - 13.00; Sabato 24, ore 13.30 - 17.00; Domenica 25, ore 10.00 - 17.00

    Sabato 24, ore 9.30 - 13.00; ingresso riservato agli Iscritti FAI, possibilità di iscriversi in loco.

    Benefit riservati agli Iscritti FAI. Per gli Iscritti visita esclusiva della Villa

    Visite guidate da Storici dell’Arte e da Apprendisti Ciceroni®:

    • Liceo Scientifico “Castelnuovo” - Firenze
    • Scuola Secondaria I.C.E “Balducci” - Fiesole

    L’intero complesso di Villa Peyron al Bosco di Fontelucente, il Giardino formale, l'ampio Parco, i Boschi e gli Oliveti intorno, si trovano in una bellissima posizione con una spettacolare vista su Firenze.

    Il giardino è articolato su più terrazzamenti degradanti, sistemati con parterre di bosso lungo l'asse sud della Villa. La Villa fu costruita presumibilmente su rovine di epoca etrusca e, nei secoli, ebbe rifacimenti e trasformazioni finché non assunse l'aspetto attuale per opera di Ugo Giovanozzi.

  • Complesso di S. Apollonia - Cenacolo / Refettorio e Auditorum
    Via San Gallo, 25
    Firenze-FI

    Sabato 24 e Domenica 25, ore 10.30 - 13.00 (cenacolo / refettorio) - Sabato 24 e Domenica 25, ore 10.30 - 17.00 (auditorium)

    Visite guidate da Storici dell’Arte e Apprendisti Ciceroni® del Liceo Scientifico “Castelnuovo” - Firenze

    Dopo un complesso lavoro di restauro si vedranno alcuni ambienti del ex monastero benedettino di S. Apollonia tra i quali l’auditorium ricavato dalla Chiesa monasteriale con gli affreschi del Poccetti.

    Inoltre l’ex-refettorio con il cenacolo e gli affreschi e le sinopie di Andrea del Castagno.

  • Chiesa e Museo di Orsanmichele
    Via dell'Arte della Lana
    Firenze-FI

    Sabato 24 e Domenica 25, ore 10.30 - 16.30

    Visite guidate a cura di Storici dell’Arte e Apprendisti Ciceroni®:

    • Liceo Scientifico “Castelnuovo” - Firenze
    • Liceo Classico “Machiavelli” - Firenze
    • Liceo Artistico - Sesto Fiorentino

    Domenica 25, visite sospese durante la celebrazione liturgica delle ore 12.00

    Tra il Duomo e Palazzo Vecchio fin dall'VIII secolo esisteva un monastero femminile con vasti terreni coltivati ad "orto" denominato "San Michele in Orto". Dal nome originale deriva proprio quell' "Orsanmichele" attuale.

    Intorno al 1240 la chiesa venne abbattuta per far posto ad una loggia destinata al mercato delle granaglie progettata probabilmente da Arnolfo di Cambio intorno al 1290.

    Orsanmichele è uno dei pochi esempi architettonici in Italia con una storia affascinante e particolare.

  • Gipsoteca - Istituto d'Arte di Porta Romana
    Piazzale di Porta Romana, 9
    Firenze-FI

    Sabato 24, ore 13.30 - 17.00; Domenica 25, ore 10.30 - 17.00

    Sabato 24, ore 10.30 - 13.30 Ingresso riservato agli Iscritti FAI, possibilità di iscriversi in loco

    Benefit riservati agli Iscritti FAI. Per gli Iscritti visita esclusiva ai laboratori specialistici di settore

    Apprendisti Ciceroni®: Istituto d’Arte di Porta Romana, Firenze

    Bene fruibile a persone con disabilità fisica

    Note : Sabato 24 e Domenica 25, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 “FAI buongiorno con Nutella”. Nutella offre a tutti i visitatori la prima colazione

    La Gipsoteca di Porta Romana è considerata la più importante e cospiqua raccolta di gessi d’Italia e la seconda in Europa.

    Durante l’anno il Bene è aperto solo su appuntamento

  • Abbazia di San Salvatore e San Lorenzo a Settimo
    Via San Lorenzo, 15 - Badia a Settimo
    Scandicci-FI

    Sabato 24 e Domenica 25, ore 10.00 - 19.00

    Visite sospese durante le celebrazioni liturgiche

    Sabato 24 e Domenica 25, ore 17.00 – 19.00 visite libere senza guida

    Visite guidate a cura dei volontari di Amici della Badia, del Gruppo Archeologico di Scandicci e degli Apprendisti Ciceroni®:

    • Liceo scientifico “B. Russell - I. Newton”
    • Liceo Artistico “Istituto L. B. Alberti”
    • Istituto Professionale di Stato “Sassetti Peruzzi”

    L’Abbazia di S. Salvatore e S. Lorenzo fu fondata nel X secolo dal Conte Lotario dei Cadolingi sui resti di un tempio pagano del II secolo.

    È considerata una delle testimonianze storiche più importanti di Scandicci ed è stata recentemente restaurata, dopo i danni subiti durante l'ultimo conflitto mondiale.
    L'esistenza del complesso monastico è documentata fin dal 988: la Badia era il nucleo centrale della vita pubblica. Si devono infatti ai monaci le opere di bonifica della piana alluvionale dell'Arno, che hanno reso possibile la nascita dei primi insediamenti rurali, dai cui poi si è sviluppato l'odierno comune di Scandicci.

    A partire dal 1236, la Badia diviene proprietà dei Cistercensi di San Galgano, che la occuperanno fino al 1732. A loro si deve la fortificazione del complesso, la cui architettura difensiva è ancora oggi piuttosto visibile. Del complesso fa parte anche la Chiesa dei Santi Salvatore e Lorenzo che conserva al suo interno due medaglioni del Ghirlandaio, risalenti a fine Quattrocento.

    Saranno aperti al pubblico, su gentile concessione dei Proprietari della Badia: il Chiostro grande, la Sala dei Conversi o Tinaia, il Calefactorium (la cosiddetta stanza gotica), lo Scriptorium, il Refettorio dell’Abate, il Vestibolo, la Sala Capitolare oltre alla Chiesa, alla Cripta, al Chiostro dei Melaranci e gli altri locali in uso alla Parrocchia

    Eventi collaterali:

    Domenica 25, ore 17.00 Concerto d’Organo

  • Vari edifici del Centro Storico
    Centro Storico
    Massa Marittima-GR

    Domenica 25, ore 9.30 – 17.30

    Visite guidate a cura degli Storici dell’Arte

    Visita libera alla “Gemma del Medioevo” ovvero Massa Marittima, così definita per la bellezza dei suoi edifici romanici e gotici.

    Il duomo dedicato a San Cerbone, il Palazzo Pretorio (sede del Museo Archeologico), il Palazzo Comunale, la Chiesa di Sant’Agostino, la Fortezza con la Torre del Candeliere, il Museo di Arte Sacra, il Museo degli Organi Santa Cecilia

    Eventi collaterali:

  • Polo Metallurgico e sorgenti delle Ronne
    Valpiana
    Massa Marittima-GR

    Domenica 25, ore 10.00 - 17.00

    Il territorio di Massa Marittima offre una ricca e concentrata sequenza di tipologie archeologico -industriali, come ciò che rimane dei forni fusori per la lavorazione del minerale di ferro ('500-'800), i sistemi di sfruttamento dell’energia idrica, le testimonianze dei boschi come fonte di combustibile, dalle epoche più antiche fino ai giorni nostri.
    Il borgodi Valpiana nacque sulla strada che collegava la città di Massa Marittima con il mare nel XIV secolo come villaggio siderurgico, attivo nella lavorazione del ferro portato dall'Isola d'Elba. Le sorgenti delle Ronne fornivano acqua al complesso metallurgico.
    Sono visibili i resti delle ferriere, dei forni e del vecchio polo metallurgico.

    Il forno di Valpiana fu tra i primi edificati dalla Magona granducale nel 1578 e alla fine del XVI secolo il centro siderurgico era perfettamente organizzato.
    Nella seconda metà del ‘700, quando la fusione del minerale di ferro nei forni granducali in Maremma fu concentrata a Valpiana ed Accesa, il villaggio di Valpiana subì grossi lavori di ristrutturazione, che comportarono fra l'altro la costruzione di nuovi fabbricati adibiti ad abitazione dei lavoranti, una nuova chioderia, la palazzina della Dogana, e non molto lontano dal forno, il nuovo casamento dell'osteria. Ma all'accrescimento di quelle fabbriche non seguirono sostanziali progressi tecnologici. Rimanendo ferme a una tecnologia preindustriale, in sostanza quelle fabbriche non furono in grado di sostenere la concorrenza dell'altro grande centro siderurgico di Follonica

    Visita libera alla Fonderia di Cima, detta "La Fenice", alla Fonderia di Fondo, detta del "Canneto" e alla Fonderia di Mezzo, detta del "Cilindro"

    Visita alla Piazza delle Ferriere e alle Sorgenti delle Ronne

    Eventi collaterali:

    Sala Parrocchiale – Valpiana, Mostra: Fonderie e Ferriere delle Colline Metallifere nei disegni dal vero di Dino Petri

  • Teatrino di Vetriano
    Carraia
    Pescaglia-LU

    Sabato 24 e Domenica 25, ore 10.00 – 17.30

    Bene fruibile a persone con disabilità fisica

    Il Teatrino di Vetriano misura solo 71 metri quadrati, ma è completo di tutto quanto si richieda a una sala teatrale in piena regola.
    Costruito nel 1890, è caratterizzato da una pianta trapezoidale e due ordini di balconate.

    Negli anni Ottanta minacciosi dissesti ne hanno imposto la chiusura. Grazie all'attiva intermediazione della Delegazione FAI di Lucca, il bene è stato acquisito dalla Fondazione che si è impegnata a restaurare il teatrino e a renderlo nuovamente agibile.

  • Rocca di Sala
    Via della Rocca
    Pietrasanta-LU

    Sabato 24 e Domenica 25, ore 11.00 – 17.00

    Benefit riservati agli Iscritti FAI

    Visite guidate

    Corsie preferenziali per Iscritti FAI, possibilità di iscriversi in loco Sabato 24, ore 11.00 – 15.00

    Ingresso riservato agli Iscritti FAI, possibilità di iscriversi in loco Sabato 24 e Domenica 25, ore 11.00 – 17.00

    Visite anche in lingua inglese, francese, araba, a cura di “Arte un Ponte tra Culture” Apprendisti Ciceroni®:

    • Liceo artistico “Stagio Stagi” I.T.C. Don Lazzeri
    • Scuola secondaria di primo grado “P.E. Barsanti”
    • Scuola secondaria di primo grado “Santini”

    La Rocca di Sala è quanto rende riconoscibile Pietrasanta a chiunque vi si avvicini per terra o per mare.

    La Rocca di Sala, meglio conosciuta come Rocca Ghibellina, è una fortezza d'epoca longobarda e rappresenta, senza dubbio alcuno il miglior punto di osservazione dello splendido centro storico di Pietrasanta, un paese a pochi chilometri da Lucca.

    La struttura del maniero si presenta a forma quadrata con torri angolari e un possente mastio centrale.

    Nel secolo XIV, il nucleo originario della rocca fu ampliato, per volere di Castruccio Castracani, con l'edificazione di una seconda rocca, la Rocca Arrighina, e con il potenziamento della cinta muraria; ed arricchita di un palazzetto residenziale da Paolo Guinigi (secolo XV).
    All'ombra protettiva delle due Rocche venne, poco a poco, sviluppandosi il primo nucleo urbano di Pietrasanta.

    Ospitò personaggi illustri tra cui imperatori e pontefici. Nel secolo XVIII fu disarmata e venduta per ordine di Leopoldo I, Granduca di Toscana.

    Eventi collaterali:

    Sabato 24, ore 17.30 - Presso il Chiostro di sant’Agostino: “Gli storici locali e la Rocca di Sala”

    Domenica 25, ore 17.30 - Presso il Chiostro di sant’Agostino: “Finissage in musica”

  • Giardino di Palazzo dell'Abbondanza, ora Palazzo Triglia
    Via San Martino (accesso da Vicolo Rosselmini)
    Pisa-PI

    Sabato 24, ore 16.00 - 18.00; Domenica 25, ore 10.00 - 19.00

    E’ un giardino pensile, un quadrilatero, circondato da alte muraglie in laterizio a guisa di bastione che ne fanno un’ oasi magica di quiete in mezzo ai rumori della città, e alimentano da un tempo senza data le piante più svariate che qui convivono: un abete, una palma, un vecchio glicine e anche un’alta sequoia.

    In realtà come si rileva da una mappa del XVII il giardino fu un apposito contenitore di depositi granari, edificato a regola d’arte, secondo la necessità di conservazione e anche di difesa.

    Eventi collaterali:

    Nelle sale del Palazzo dei Consoli del Mare, a cura dell’Ufficio Fiumi e Fossi sono allestite:

    • Mostra documentaria e fotografica sul territorio pisano
    • Mostra del progetto di restauro dell’edificio
  • Palazzo dei Consoli del Mare, ora Consorzio Fiumi e Fossi
    Lungarno Galilei, 19
    Pisa-PI

    Sabato 24, ore 16.00 - 18.00; Domenica 25, ore 10.00 - 19.00

    Tra i più antichi e monumentali palazzi di Pisa si può sicuramente annoverare quello dei Consoli del Mare.

    Ne volle la sua edificazione nel 1551 Cosimo I proprio per questa Magistratura, fondata da Lorenzo dei Medici. La sobria facciata dell’edificio che dà sulla via San Martino, venne rifatta nel XVI sec. sulla base probabilmente di un disegno di Michelangelo, mentre i lati lunghi dell’edificio si estendono verso il giardino ed il fiume.

    All’interno, nelle sale voltate, sono conservati affreschi che risalgono ai sec. XVI e XVII. Mentre la volta delle scale è interamente decorata a grottesche.

    Eventi collaterali:

    Nelle sale del Palazzo dei Consoli del Mare, a cura dell’Ufficio Fiumi e Fossi sono allestite:

    • Mostra documentaria e fotografica sul territorio pisano
    • Mostra del progetto di restauro dell’edificio
  • Il Monastero di Clausura di Santa Maria a Ripa: un viaggio tra arte, lavoro e preghiera
    Via Porta di Borgo, 36
    Montecatini Alto-PT

    Domenica 25, ore 10.30 – 17.00

    Le prime notizie le troviamo nell'estimo della Diocesi di Lucca del 1260, ove tra le chiese dipendenti dalla Plebs de Montecatino figura, appunto, la Ecclesia S. Marie de Ripa.

    La nascita del Monastero è da collocarsi nel 1533, anno in cui un gruppo di pie giovani del castello di Montecatini decise di appartarsi dal mondo per abbracciare la Regola degli Eremitani di S. Agostino.

    con la soppressione lorenese prima e con quella napoleonica poi, si ripopolò solo nel 1881.

  • Villa Puccini di Scornio
    Via Dalmazia, 356
    Pistoia-PT

    Sabato 24, ore 15.00 – 18.00; Domenica 25, ore 10.00 – 12.30 / 15.00 – 18.00

    Benefit riservati agli Iscritti FAI

    Sabato 24, ore 16.00 - 18.00 ingresso riservato agli Iscritti FAI, possibilità di iscriversi in loco

    Visite guidate Apprendisti Ciceroni®: Liceo Scientifico “U. Dini” e Scuola Statale d’Arte “F.Russoli”

    Villa settecentesca, immersa nel verde di uno splendido parco romantico.

    Nella villa sono di particolare rilevanza le decorazioni pittoriche: affreschi tardo barocchi e rococò di scuola fiorentina, tra cui due pregevoli soffitti di Giovan Domenico Ferretti e decorazioni neoclassiche e romantiche; interessanti soprattutto quelle di Luigi Sabatelli e dei maestri dell’Accademia fiorentina Giuseppe Bezzuoli, Niccola Cianfanelli e Gaspero Martellini

  • Palazzo Pretorio - sede Museo Civico
    Piazza del Comune, 1
    Prato-PO

    Sabato 24, ore 11.00 – 12.00 / 15.00 – 18.00; Domenica 25, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00

    Benefit riservati agli Iscritti FAI

    Sabato 24, ore 16.00 - 18.00 ingresso riservato agli Iscritti FAI, possibilità di iscriversi in loco

    Visite guidate Apprendisti Ciceroni®: Liceo Scientifico “U. Dini” e Scuola Statale d’Arte “F.Russoli”

    Riapertura dopo il restauro del 1998: aperto nel 1912 nelle stanze di Palazzo Pretorio, il Museo raccoglie molte opere d'arte che spaziano dal Medioevo all'Ottocento.

    Diverse opere di Filippo e Filippino Lippi con il famoso affresco del Tabernacolo del Canto al Mercatale, ma anche opere di Luca Signorelli, della bottega di Botticelli e di molti artisti toscani del XVI secolo

    Da non dimenticare infine il meraviglioso Noli me tangere di Battistello Caracciolo

  • Conservatorio San Girolamo e Chiesa San Bernardo
    Piazza Girolamo Savonarola, 10
    Montepulciano-SI

    Domenica 25, ore 10.30 – 13.00 / 14.00 - 17.00

    Benefit riservati agli Iscritti FAI

    Visite guidate a cura di Apprendisti Ciceroni®:

    • Istituto Istruzione Superiore Valdichiana “Redi – Einaudi – Marconi – Caselli” - Classe IV sez. A
    • Liceo Linguistico e Liceo delle Scienze Umane “S. Bellarmino” – Classe IV sez B Socio Pedagogico e Classe IV sez. D Linguistico

    L'edificio fu fondato nel XVI secolo dalle suore francescane presso la Fortezza come monastero femminile.

    Nel 1785, per volere del Granduca Pietro Leopoldo di Toscana, fu trasformato in Regio Conservatorio, e comportò lo spostamento nella sede attuale.

    Il Conservatorio contiene tesori artistici di grande valore: la Chiesa di San Bernardo dove è evidente la mano di Andrea Pozzo, la splendida farmacia di San Girolamo che accoglie un’ampia collezione di ceramiche risalenti ai secoli XVII e XVIII e l'Archivio storico.

    Eventi collaterali:

    Solo per Iscritti FAI; possibilità di iscriversi in loco

    Sabato 24, ore 16.00 c/o Chiesa di San Bernardo: Concerto per soli flauti di musica barocca a cura di Ensemble Flutes Colorèes

  • Museo Civico Pinacoteca Crociani
    Via Ricci, 10
    Montepulciano-SI

    Domenica 25, ore 10.30 – 13.00 / 14.00 - 17.00

    Visite guidate a cura di Apprendisti Ciceroni®:

    • Istituto Istruzione Superiore Valdichiana “Redi – Einaudi – Marconi – Caselli” - Classe IV sez. A
    • Liceo Linguistico e Liceo delle Scienze Umane “S. Bellarmino” – Classe IV sez B Socio Pedagogico e Classe IV sez. D Linguistico

    Presentazione al pubblico di un dipinto conservato al Museo Civico di Montepulciano, attribuito al Caravaggio dopo indagini diagnostiche ed un intervento di pulitura realizzati grazie alla Fondazione Musei Senesi ed al contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

    Eventi collaterali:

    Solo per Iscritti FAI; possibilità di iscriversi in loco

    Sabato 24, ore 16.00 c/o Chiesa di San Bernardo: Concerto per soli flauti di musica barocca a cura di Ensemble Flutes Colorèes

  • Museo della Misericordia in Sant'Emidio
    Via del Poggiolo
    Montepulciano-SI

    Domenica 25, ore 10.30 – 13.00 / 14.00 - 17.00

    Visite guidate a cura di Apprendisti Ciceroni®:

    • Istituto Istruzione Superiore Valdichiana “Redi – Einaudi – Marconi – Caselli” - Classe IV sez. A
    • Liceo Linguistico e Liceo delle Scienze Umane “S. Bellarmino” – Classe IV sez B Socio Pedagogico e Classe IV sez. D Linguistico

    Il Museo Storico della Misericordia è situato nell’Oratorio di Sant’Emidio nel cuore del centro storico poliziano, tra Piazza San Francesco e Via del Poggiolo.

    Un piccolo, ma prezioso, scrigno di oggetti storici ed opere d’arte appartenenti all’antichissima istituzione che, negli anni ha registrato un notevole successo di pubblico.

    Eventi collaterali:

    Solo per Iscritti FAI; possibilità di iscriversi in loco

    Sabato 24, ore 16.00 c/o Chiesa di San Bernardo: Concerto per soli flauti di musica barocca a cura di Ensemble Flutes Colorèes

  • Palazzo del Rettorato dell'Università degli Studi di Siena e Chiesa di San Vigilio
    Via Banchi di Sotto, 55
    Siena-SI

    Sabato 24, ore 11.00 – 17.30; Domenica 25, ore 10.30 – 17.30

    Bene fruibile a persone con disabilità fisica

    Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni®:

    • Liceo Artistico “Duccio di Buoninsegna”, classe IV A
    • Studenti del Dipartimento di Archeologia e Storia dell’Arte dell’Università di Siena

    Collocato nell’antica Casa della Sapienza e nello Spedale di Santa Maria della Scala, in cui esercitavano i docenti della Scuola Medica con la Restaurazione fu trasferito nell’attuale sede, già collegio gesuitico di San Vigilio.

    La attigua Chiesa di San Vigilio, fondata nell’XI sec., presenta il soffitto ornato di quindici grandiosi comparti del pittore senese Raffaello Vanni con cornicioni intagliati e rosoni messi riccamente a oro.
    Nel 1991 fu rinominata “Cappella Universitaria”

  • Palazzo Sergardi
    Via Montanini, 118
    Siena-SI

    Sabato 24, ore14.30 - 17.30; Domenica 25, ore 10.30 - 17.30

    Benefit riservati agli Iscritti FAI

    Sabato 24, ore 11.00 - 14.00; ingresso riservato agli Iscritti FAI, possibilità di iscriversi in loco

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Turistiche di Siena e degli Apprendisti Ciceroni® dell’Istituto Tecnico “Sallustio Bandini”, classe V sezione A e B Erica

    Prima nazionale.

    Il palazzo è uno dei più significativi esempi dell’architettura senese del XVIII secolo. Costruito per volontà di Fabio Sergardi che nel 1744 ne commissionò il disegno a Paolo Posi, conserva, delle decorazioni e delle pitture eseguite dai migliori artisti attivi a Siena nella seconda metà del Settecento.

    Le splendide volte dei saloni del piano nobile raffiguranti storie mitologiche affrescate tra il 1794 e il 1795 da Luigi Ademollo, sono perfettamente conservate e mai aperte al pubblico fino ad oggi.

  • Palazzo Venturi Gallerani
    Via della Cerchia, 5
    Siena-SI

    Sabato 24, ore14.30 - 17.30; Domenica 25, ore 10.30 - 17.30

    Benefit riservati agli Iscritti FAI

    Sabato 24, ore 11.00 - 14.00; ingresso riservato agli Iscritti FAI, possibilità di iscriversi in loco

    Visite guidate a cura dell’Associazione Guide Turistiche di Siena e degli Apprendisti Ciceroni® dell’Istituto Tecnico “Sallustio Bandini”, classe V sezione A e B Erica

    Il nobile senese Giuseppe Venturi Gallerani decide all'inizio degli anni '90 del Settecento di dare un nuovo assetto al palazzo di famiglia, commissionò la decorazione del piano nobile al pittore lombardo Luigi Ademollo.

    Tra il 1793 e il 1794, il maestro decorò il loro palazzo, dove dipinse la cappella con storie del beato Andrea Gallerani e le pareti di quattro stanze con la Caduta di Cartagine, il Combattimento fra Ettore e Achille e altri soggetti mitologicie.

A chi fosse interessato, l'iscrizione al FAI vale un anno e permette l'ingresso gratuito in tutti i Beni FAI, nonché sconti su iniziative organizzate dal FAI. I costi dell'iscrizione ordinaria sono i seguenti: singolo 39€, coppia (due adulti con lo stesso indirizzo) 60€, famiglia (due coniugi + figli fino a 18 anni) 66€, giovani (fino a 25 anni) 20€

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Allowed HTML tags: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <img> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.