Palio di San Ranieri, Luminara di Pisa 2011 e gli altri festeggiamenti del Patrono di Pisa

Luminara di San Ranieri

Luminara di Pisa  16<br />
giugnoIl 16 giugno di ogni anno, sui Lungarni di Pisa si ripete lo spettacolo della Luminara di San Ranieri.

Questa del 2011 è un'edizione veramente speciale per i festeggiamenti dedicati a San Ranieri, patrono di Pisa.
Fino al 18 giugno 2011, si ricordano gli 850 anni dalla morte del santo patrono (17 Giugno 1161) e si festeggia la conclusione dell'anno giubilare dedicato al Santo.

Ecco gli appuntamenti principali 2011:

Luminara di San Ranieri 2011: Giovedì 16 giugno sui lungarni. A partire dal tramonto

Festa di San Ranieri: Venerdì 17 giugno tutto il giorno.
Pisa celebrerà il suo santo con una messa solenne in Duomo alle 11, presieduta da monsignor Giuseppe Betori (presidente della Conferenza episcopale toscana) e alla quale parteciperanno tutti i vescovi della regione.

Palio di San Ranieri 2011: Venerdì 17 giugno ore 22 per l'850° anniversario della morte del Santo

Solenne Processione di San Ranieri: 18 Giugno 2011
La processione chiuderà l'anno giubilare a Pisa per gli 850 anni dalla morte di san Ranieri, patrono della città.
Il 18 giugno alle ore 21 il corpo del santo attraverserà il centro di Pisa attraverso il fiume, esposto su un barcone trainato dai quattro equipaggi che rappresentano i quartieri cittadini (raduno allo Scalo dei Renaioli e accoglienza della Sacra Reliquia che giunge per via fluviale dalla Cittadella). Poi la processione con la Sacra Reliquia proseguirà a piedi sui Lungarni fino in Cattedrale, dove si svolgerà il Canto del Te Deum di ringraziamento.

Luminara di San Ranieri

Il 16 giugno di ogni anno, sui Lungarni di Pisa si ripete lo spettacolo della Luminara di San Ranieri.

Circa 120 mila lumini a cera illuminano e decorano le facciate dei palazzi che si affacciano sull'Arno, e che ogni anno prima che faccia buio vengono meticolosamente appesi in appositi telai di legno dipinti di bianco (la cosiddetta biancheria).
Quest' anno saranno illuminate le Logge di Banchi, finite di restaurare in tempo per il 16 giugno.
Per la prima volta saranno illuminati il lungarno Fibonacci fino al Giardino Scotto e il lungarno Buozzi: sale a 130 il numero di palazzi illuminati.
Un’altra novità sono le biancherie a bandiera sui lampioni dei lungarni e sotto le spallette la biancheria a V
L'illuminazione della tremula luce dei lumini di cera sui Lungarni, palazzi, ponti, chiese e torri che si specchiano sull'Arno crea un'atmosfera magica e suggestiva. L'edizione 2011 si preannuncia ancora migliore di quella dell'anno scorso: la partecipazione di tutti alla buona riuscta e il grande impegno per illuminare i palazzi non abitati. Grande attesa anche per la "biancheria" di Palazzo Blu che quest'anno sarà sulle donne ed i 150 anni dell'Unità d'Italia: la mostra ospitata ad ingresso libero

Si narra che questa usanza della luminara sia nata nel 1688 in occasione dello spostamento dei resti di San Ranieri, patrono della città, in un'urna più fastosa nella Cappella del Duomo di Pisa. Questa traslazione del Santo fu l'occasione per una memorabile festa che da allora iniziò a ripetersi ogni tre anni, fino ad essere (seppur con qualche interruzione dovuta alla guerra e all'alluvione del '66) quella che oggi conosciamo.

Consigliato arrivare sui lungarni al tramonto: dall'imbrunire il centro di Pisa inizia a riempirsi di persone e di turisti che passeggiano lungo le strade e si godono estasiati questo magico panorama. I lungarni ospitano bancarelle di dolci, palloncini e oggetti fosforescenti. Tutto il centro storico si anima e i vari locali propongono cibo e musica all'aperto. Le varie piazze ospitano concertini e intrattenimenti vari. Per questa sera non c'è un programma preciso di chi fa cosa e dove. Il bello è proprio andare in giro, farsi trasportare dalla folla e scoprire quello che succede lì per lì.

Un solo importante appuntamento. Alle 23.30 tutti gli sguardi sono rivolti all'insù per i tradizionali fuochi d'artificio annunciati da tre colpi di mortaio che saranno lanciati da più postazioni. Ai fuochi più alti, che saranno quelli della Cittadella con raggio intorno agli 80 m, se ne aggiungeranno altri di raggio intorno ai 40-50m da 7 piattaforme collocate in Arno.
Insomma, uno spettacolo da non perdere, che regala sempre delle belle emozioni e ancor di più in questa atmosfera incantata. Un emozionante gioco di stelle filanti e cascate dorate che si vedrà benissimo da tutti i lungarni e che si conclude con dei forti colpi che rimbombano nell'aria e provocano applausi ed esclamazioni di apprezzamento.

Come raggiungere il centro di Pisa

Saranno sempre attive fino alle 3 le LAM notturne con percorso modificato. La LAM Rossa dal parcheggio di via Pietrasantina fermerà in zona duomo, mentre la LAM Blu che arriva da Cisanello fermerà alla rotonda dei Vigili del Fuoco all’inizio di viale delle Piagge. Le linee serali dei Bus sono attive fino a mezzanotte. Sul sito della Pisamo è sempre disponibile la mappa interattiva con tutti i parcheggi della città.

Attenzione che dalle 17 alle 2 di mattina sono in vigore le modifiche alla viabilità per permettere la manifestazione (dalle 14 nella zona della Cittadella). Per chi viene da fuori in macchina, sono aperti il parcheggio di Piazza Vittorio Emanuele e i parcheggi scambiatori, con navette gratuite.

Scarica la mappa dei parcheggi in PDF

Per chi viene in treno, il centro è facilmente raggiungibile anche a piedi in pochi minuti.

Attenzione: tutti i giorni ztl sui lungarni di Pisa a partire dalle 22!

Fiera di San Ranieri

Il 17 giugno, giorno successivo alla Luminara, a Pisa è ancora festa. Si tiene infatti la fiera di San Ranieri con le bancarelle di dolciumi, oggetti di antiquariato ed ogni genere di mercanzie, da oggetti per la casa all'abbigliamento. Da piazza dei Miracoli, fino a piazza dei Cavalieri.

Palio di San Ranieri

Novità di quest'anno, il palio di San Ranieri 2011 si svolgerà in notturna dalle ore 22.00
Una edizione sicuramente suggestiva, con una illuminazione particolare dell'Arno e delle quattro imbarcazioni che, in rappresentanza dei più antichi quartieri cittadini, si contenderanno il paliotto della vittoria.

Il Paliotto svetta su un pennone alto 10 metri che si trova su una piattaforma in mezzo all'Arno e vince la squadra che riesce ad afferrarlo per primo.
Le imbarcazioni, a sedile fisso, con otto vogatori ed un timoniere, si ispirano alle tipiche fregate del mediceo Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano. La partenza è a monte del ponte della Ferrovia e l’arrivo davanti al Palazzo Medici (sede della Prefettura), per un totale di 1500 metri. Dopo i millecinquecento metri di voga controcorrente avviene l’abbordaggio d’un barcone ancorato sulla linea del traguardo, ed il montatore che affianca l’equipaggio deve arrampicarsi sul pennone, per afferrare il palio simbolo della vittoria.

Quest'anno tra i visitatori di Pisa ci sarà un ispettore dell'Unesco che avrà il compito di valutare il livello della manifestazione, per inserirla nell'elenco dell'organizzazione delle Nazioni Unite.

Illuminazione per San Ranieri

  • I palazzi sui lungarni saranno spenti.
  • La biancheria a bandiera sui lampioni sarà decorata con lumini bianchi, rossi e verdi.
  • 7-8 torri faro illumineranno il percorso della regata.
  • Altre sorprese luminose saranno svelate sul momento

 

Programma Palio di San Ranieri del 17 giugno 2011

  • Ore 10:00 Inizio operazioni per montare il campo di regata
  • Ore 19:00 Controllo definitivo e briefing dei giudici
  • Ore 21:00 Sfilata delle barche trascinate dal battello fino al barcone d'arrivo e sorteggio delle corsie
  • Ore 21:30 Le barche vengono richiamate alla partenza
  • Ore 22:00 Partenza

 

Equipaggi delle Barche del Palio di San Ranieri

Barca Celeste (Santa Maria)

Timoniere: Lorenzo Landi. Vogatori: Massimiliano Foschi, Cristiano Timpano, Massimiliano Ghelardi, Luca Gagetti, Riccardo Cini, Massimiliano Sonori, Luigi Mostardi, Francesco Vaselli. Montatore: Zeno Del Corso

 

Barca Rossa (San Martino)

Timoniere: Alessandro Simoncini. Vogatori: Mirko Lodino, Alessio Del Carratore, Alessio Lorenzini, Luca Possenti, Maurizio Giusti, Francesco Bufalini, Paolo Possenti, Marco Mancino. Montatore: Alessio Giannessi. Madrina: Alice Simoncini

 

Barca Gialla (San Francesco)

Timoniere: Claudia Cini. Vogatori: Emanuele Bronzini, Davide Del Carratore, Pierpaolo Dini, Amanuel Ama, Paolo Alnò, Lorenzo Cini, Matteo Graziani, Giulio Valtriani. Montatore: Luca Volterroni. Allenatore: Primo Cini

 

Barca Verde (Sant'Antonio)

Timoniere: Nicholas Mollica. Vogatori: Federico Micaelli, Francesco Alonsi, Filippo Brasa, Pietro Pezzini, Matteo Trivella, Francesco Profeti, Alessio Mollica, Guido Carmassi. Montatore: Brigel Spahiu. Allenatore: Maurizio Nencini. Madrina: Lucia Carmignani. Paggetto: Leonardo Freggia. Riserve: Lorenzo Cini, Mirco Palla

Stasera a Pisa sui Lungarni

Oltre 120mila lumini (20mila più dell'anno scorso), 300 uomini impegnati nell'accensione (quest'anno anticipata di un'ora) con 40 piattaforme mobili, nuova "biancheria" per le logge di Banchi e per la prima volta anche per i lampioni, fuochi artificiali che saranno sparati dalla Cittadella e da sette piattaforme in Arno.

Questa è la Luminara, un evento che dovrebbe essere memorabile. Per il numero record di lumini, mai accesi prima. Serviranno sia per gli undici chilometri complessivi delle "biancherie" dei palazzi, che per le nuove "bandiere" dei lampioni e per l'illuminazione lungo i camminamenti del ponte di Mezzo e ponte della Fortezza a cui si aggiungono i locali pubblici che dalle 21,30 dovranno passare dalla luce elettrica ai lumini.

Nuove biancherie. L'obiettivo di quest'anno è eliminare le residue illuminazioni elettriche presenti sui lungarni. L'anno scorso si iniziò dal Casino dei Nobili in piazza Garibaldi. Quest'anno anche le logge di Banchi, tornate all'antico splendore, saranno illuminate con una nuova "biancheria". Novità assoluta anche le "bandiere" piazzate sui lampioni e i 650 metri di lumini lungo le sponde del fiume. Anche sui cantieri dove non si possono mettere lumini per motivi di sicurezza, sarà posizionata un'adeguata decorazione luminosa elettrica.

Fuochi dall'Arno. Altra novità di quest'anno, i fuochi che partiranno anche da sette piattaforme lungo il fiume (per questo è stato vietato il transito delle imbarcazioni). Lo spettacolo quindi sarà visibile da ogni posizione sui lungarni, senza la necessità come in passato di accalcarsi verso il ponte Solferino.

Hotel Victoria. Manca ancora la "biancheria" sullo storico albergo in lungarno Pacinotti. Qualcuno ha pensato ad una clamorosa protesta dei titolari ma non è così. La sua "biancheria" sarà messa il giorno prima come vuole la tradizione e tolta il giorno dopo. A questo si aggiungerà l'illuminazione interna di tutte le stanze con i lumini».

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Allowed HTML tags: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <img> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.