XIV Settimana della Cultura 2012 - Firenze e Toscana

-XIV-settimana-della-cultura toscana 2012 -
Dal 14 al 22 aprile torna la XIV Settimana della Cultura!

Il MiBAC apre le porte di musei, ville, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali, per nove giorni: dal 14 al 22 aprile su tutto il territorio nazionale, offrendo un ricco calendario di appuntamenti: mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti, che renderanno ancora più speciale l’esperienza di tutti i visitatori.
Ed anche quest'anno in Toscana sono molte le offerte degli eventi organizzati nella Settimana della Cultura, grazie all’ampia adesione da parte di Enti pubblici, Istituzioni culturali, Associazioni, Fondazioni pubbliche e private di tutta la regione.

A questi eventi, si aggiungono le aperture dei palazzi storici di proprietà della Regione Toscana, in collaborazione con il Fai.
Domenica 15 aprile 2012 dalle ore 10 alle ore 12, apriranno le porte di Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati (sede della Presidenza), di Casa Rodolfo Siviero (un tempo abitazione del ministro-agente segreto noto per aver recuperato molte delle opere d'arte sottratte dalle truppe naziste durante l'occupazione italiana), e del Museo di storia della sanità toscana (ricavato nei quartieri monumentali dell’ex-ospedale San Giovanni di Dio). 

Per quanto riguarda il territorio di Firenze e provincia segnaliamo le aperture straordinarie di Villa La Pietra, sulla via Bolognese e Villa di Striano a Borgo San Lorenzo. La mostra sulle traduzioni dell'opera di Giovanni Boccaccio, presso la casa del poeta a Certaldo, il restauro del dipinto Sirena di Max Klinger, esposto alla Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti, lo spettacolo nel Cortile dell'Ammannati Grazia, forza e destrezza alla corte del Magnifico, gli Sbandieratori al Giardino di Boboli... per tutti i dettagli, basta leggere questo articolo!
In questo articolo abbiamo raccolto tutti gli eventi che si svolgono in Toscana durante la Settimana della Cultura 2012.

Programma dettagliato Settimana della Cultura 2012 

Programma in pdf della XIV Settimana della Cultura 2012 in Toscana

Durante la Settimana della Cultura l’ingresso è gratuito o a costo ridotto nelle aree archeologiche, musei, monumenti e gallerie statali e nei luoghi non statali che hanno aderito.
La Settimana della Cultura è quindi l’occasione più propizia per riscoprire e ammirare il patrimonio storico-artistico dell’Italia, nella sua magnifica varietà e nella sua ricca articolazione di luoghi, opere, monumenti.

<< Lo slogan che accompagna ormai da qualche anno la manifestazione invita il pubblico ad accostarsi alle sedi espositive statali, aperte gratuitamente per nove giorni, e alle sedi museali gestite dagli enti pubblici e privati, aperte anch’esse gratuitamente o con speciali agevolazioni; invita anche a partecipare ai molti eventi organizzati, alcuni dei quali assumono il carattere di eccezionalità, pensati per un pubblico differenziato che, sempre più numeroso, dimostra il proprio gradimento per questo appuntamento fisso, ormai ben noto e atteso da cittadini e italiani e che sorprende piacevolmente i turisti che in questo periodo festivo visitano le città d’arte.

Presso 50 musei nazionali, per il secondo anno consecutivo, i giovani diverranno i protagonisti di un percorso formativo denominato “Benvenuti al Museo”: in Toscana, i visitatori italiani e stranieri, che si recheranno a visitare il complesso museale di Palazzo Pitti, saranno accolti e orientati nella visita da gruppi di studenti delle scuole ad indirizzo linguistico, turistico ed alberghiero, che, con questa esperienza, partecipano attivamente alla promozione del patrimonio del proprio territorio; inoltre, in alcuni musei fiorentini, altri studenti di licei statali realizzeranno visite guidate in più lingue, a conclusione del progetto “Communicating Art” giunto alla nona edizione e svolto in convenzione con la Sezione Didattica del Polo Museale Fiorentino.
Grazie a specialisti delle varie discipline degli Enti e Istituzioni che hanno aderito alla manifestazione, il patrimonio culturale toscano sarà presentato in tutta la sua interezza: raccolte artistiche, archivistiche, bibliografiche, scientifiche, archeologiche, di arte sacra, case-museo, palazzi storici anche privati, edifici religiosi, che, nel loro complesso, hanno contribuito a formare questa identità culturale, e poi concerti di musica, spettacoli di danza, teatrali e non solo, presentazioni di libri e di restauri, conferenze, inaugurazioni di mostre, aperture straordinarie di luoghi non sempre accessibili, conferenze, visite guidate ad eventi espositivi e a edifici monumentali, visite virtuali, incontri di approfondimento sulle più diverse tematiche, mostre fotografiche, laboratori didattici, seminari...
La varietà di proposte, riservata sia al pubblico più giovane che agli adulti, risponde alla forte domanda di cultura e testimonia la valenza che assume la possibilità offerta di avvicinarsi al patrimonio culturale e di comprenderne la natura di risorsa preziosa e ineguagliabile a disposizione di tutti. >>
Maddalena Ragni
Direttore Regionale ad interim per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana

 

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Allowed HTML tags: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <img> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.